Ibuprofene
Dolore Mylan
Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi

Terapia con Secukinumab per la sindrome di Netherton


La sindrome di Netherton ( NS ) è una malattia genetica rara e grave della corneificazione con elevata morbilità.
Il trattamento per la sindrome di Netherton è notoriamente difficile.
Studi recenti hanno mostrato una via sovraregolata dei linfociti T helper 17 ( TH17 ) / interleuchina 23 ( IL-23 ) nella sindrome di Netherton, suggerendo la possibilità di strategie di trattamento mirate a IL-17.

È stata valutate la risposta clinica della sindrome di Netherton al trattamento con l'antagonista di IL-17 Secukinumab ( Cosentyx ) in una serie di casi di studio che ha riportato l'esperienza della terapia di uso compassionevole con Secukinumab in 4 pazienti con forma grave di sindrome di Netherton, inclusi 2 bambini tra il 2018 e il 2019, con 3 pazienti ancora in trattamento al momento dell'analisi finale.

L'espressione di IL-17 a livello cutaneo è stata valutata mediante analisi immunoistochimica, e le concentrazioni sieriche di citochine sono state misurate utilizzando un test disponibile in commercio.
La risposta al trattamento è stata valutata utilizzando il punteggio totale alla scala IASI ( Ichthyosis Area and Severity Index ), comprese le misure di eritema e desquamazione, la scala DLQI ( Dermatology Life Quality Index ) e la scala del prurito 5-D.

In tutti e 4 i pazienti ( fascia di età, 9-27 anni; 3 maschi e 1 femmina ), l'immunocolorazione con un anticorpo IL-17A ha mostrato un aumento del numero di cellule positive nella pelle lesionata.
La valutazione delle citochine nei campioni di siero ha rivelato un aumento dei livelli di CCL20.

La durata del trattamento con Secukinumab è stata compresa tra 3 e 12 mesi al momento del report.

Dopo 3 mesi di terapia, i punteggi IASI si sono ridotti del 44-88%, i punteggi DLQI si sono ridotti del 40-76% e i punteggi alla scala del prurito 5-D si sono ridotti del 27-62%.

Questo risultato è stato mantenuto al follow-up a 6 mesi.

In tutto 2 pazienti con fenotipo eritrodermico hanno mostrato un netto miglioramento di tutti i parametri.

In 2 pazienti si è verificata un'eruzione eczematosa palmoplantare refrattaria e in 2 pazienti si è sviluppata un'infezione micotica dell'unghia.
Non sono stati segnalati eventi avversi gravi.

Questa prima serie di casi che ha riportato l'uso della terapia anti-IL-17 nella sindrome di Netherton ha dimostrato un marcato miglioramento cutaneo, in particolare in 2 pazienti pediatrici con fenotipi eritrodermici.
Sono necessari ulteriori studi per valutare il beneficio a lungo termine di questa potenziale modalità di trattamento. ( Xagena2020 )

Luchsinger I et al, JAMA Dermatol 2020; 156: 907-911

Dermo2020 MalRar2020 Med2020 Farma2020


Indietro