Polmoniti comunitarie - Percorso Diagnostico-Terapeutico
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Siltuximab è associato a una migliore sopravvivenza libera da progressione nella malattia di Castleman idiopatica multicentrica


La malattia idiopatica multicentrica di Castleman ( iMCD ) è una rara malattia eterogenea caratterizzata da linfoadenopatia multicentrica, infiammazione sistemica e disfunzione d'organo guidata dalle citochine.

Nonostante l'approvazione di Siltuximab ( Sylvant ), un anticorpo monoclonale contro l'interleuchina-6 ( IL-6 ), per il trattamento della malattia idiopatica multicentrica di Castleman, non è noto per quanto tempo i pazienti debbano ricevere Siltuximab prima di determinare se il trattamento sia benefico e debba essere continuato.

È stata eseguita una analisi post hoc dello studio di fase 2 randomizzato in doppio cieco controllato con placebo di Siltuximab per il trattamento dei pazienti con malattia idiopatica multicentrica di Castleman per determinare la sequenza di normalizzazione delle risposte di laboratorio, cliniche e linfonodali nei pazienti che hanno risposto a Siltuximab.

Sono stati arruolati nello studio 79 pazienti ( Siltuximab, n=53; placebo più la migliore terapia di supporto, n=26 ).

La sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) è risultata significativamente migliorata nei pazienti trattati con Siltuximab rispetto a quelli trattati con placebo ( P=0.0001 ).

La sopravvivenza PFS mediana è stata di 14.5 mesi per i pazienti che hanno ricevuto il placebo, ma non è stata raggiunta per i pazienti che hanno ricevuto Siltuximab.

Nei pazienti trattati con Siltuximab che hanno raggiunto un tumore duraturo ( radiologico ) e risposte sintomatiche ( 18 su 53, 34% ), il tempo mediano alla normalizzazione dei test di laboratorio anormali e degli endpoint clinici si è verificato nella seguente sequenza: trombocitosi, risposta sintomatica, aumento proteina C reattiva, ipoalbuminemia, anemia, risposta linfonodale, iperfibrinogenemia e immunoglobulina G elevata.

Il trattamento con Siltuximab prolunga la sopravvivenza senza progressione, migliora rapidamente la sintomatologia e fornisce benefici clinici significativi nonostante alcuni test di laboratorio e l'ingrossamento dei linfonodi impieghino mesi per normalizzarsi nei pazienti che rispondono al trattamento.
Questi dati supportano l'uso continuato in prima linea di Siltuximab per la malattia idiopatica multicentrica di Castleman, come raccomandato dalle linee guida internazionali. ( Xagena2022 )

van Rhee F et al, Blood Adv 2022; 6: 4773-4781

MalRar2022 Med2022 Farma2022



Indietro