Xagena Mappa
Medical Meeting
XagenaNewsletter
Onco News

La combinazione Tezacaftor e Ivacaftor nei pazienti con fibrosi cistica omozigote per Phe508del


Il trattamento combinato con i modulatori del regolatore di conduttanza transmembrana della fibrosi cistica (CFTR) Tezacaftor ( VX-661 ) e Ivacaftor ( VX-770 ) è stato progettato per colpire la causa alla base della malattia nei pazienti con fibrosi cistica.

In uno studio di fase 3, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, è stata valutata la terapia di associazione con Tezacaftor e Ivacaftor in pazienti di età a partire da 12 anni con fibrosi cistica e omozigoti per la mutazione CFTR Phe508del.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere 100 mg di Tezacaftor una volta al giorno e 150 mg di Ivacaftor due volte al giorno oppure un placebo per 24 settimane.

L'endpoint primario era rappresentato dalla variazione assoluta della percentuale del volume espiratorio forzato in 1 secondo ( FEV1 ) previsto fino alla settimana 24 ( calcolata in punti percentuali ); la variazione relativa della percentuale del FEV1 previsto fino alla settimana 24 ( calcolata come percentuale ) era un endpoint secondario chiave.

Dei 510 pazienti sottoposti a randomizzazione, 509 hanno ricevuto la combinazione Tezacaftor e Ivacaftor oppure placebo e 475 hanno completato 24 settimane di regime di studio.
Il FEV1 medio al basale era del 60.0% del valore previsto.

Gli effetti sulle variazioni assolute e relative nella percentuale di FEV1 previsto a favore di Tezacaftor - Ivacaftor rispetto al placebo sono stati di 4.0 punti percentuali e del 6.8%, rispettivamente ( P minore di 0.001 per entrambi i confronti ).
Il tasso di esacerbazione polmonare è stato del 35% più basso nel gruppo Tezacaftor - Ivacaftor rispetto al gruppo placebo ( P=0.005 ).

L'incidenza di eventi avversi è stata simile nei due gruppi. La maggior parte degli eventi avversi è stata di lieve gravità ( nel 41.8% dei pazienti in generale ) o di gravità moderata ( nel 40.9% complessivamente ) e gli eventi avversi gravi sono stati meno frequenti con Tezacaftor - Ivacaftor ( 12.4% ) rispetto al placebo ( 18.2% ).

In totale il 2.9% dei pazienti ha interrotto il regime assegnato a causa di eventi avversi. Meno pazienti nel gruppo Tezacaftor - Ivacaftor rispetto al gruppo placebo hanno avuto eventi avversi respiratori, nessuno dei quali ha portato alla sospensione dello studio.

In conclusione, la combinazione di Tezacaftor e Ivacaftor è risultata efficace e sicura nei pazienti di età pari o superiore a 12 anni affetti da fibrosi cistica e omozigoti per la mutazione CFTR Phe508del. ( Xagena2017 )

Taylor-Cousar JL et al, N Engl J Med 2017; 377: 2013-2023

Pneumo2017 MalRar2017 Med2017 Farma2017


Indietro