Xagena Mappa
Medical Meeting
Onco News
Reumabase.it

Effetti a lungo termine dei glucocorticoidi su funzione, qualità di vita e sopravvivenza nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne


Il trattamento con glucocorticoidi è raccomandato come standard di cura nella distrofia muscolare di Duchenne.
Sono stati esaminati gli effetti a lungo termine dei glucocorticoidi sulla progressione della malattia legata allo sviluppo nel corso della vita e sulla sopravvivenza in pazienti con distrofia muscolare di Duchenne.

Per lo studio prospettico di coorte, sono stati arruolati pazienti maschi di età compresa tra 2 e 28 anni con distrofia muscolare di Duchenne in 20 Centri in 9 Paesi.
I pazienti sono stati seguiti per 10 anni.
È stata confrontata l’assenza di trattamento con glucocorticoidi o la durata del trattamento cumulativo inferiore a 1 mese con il trattamento di 1 anno o più riguardo alla progressione clinicamente significativa di 9 attività motorie e di sviluppo degli arti superiori correlate alla malattia.

Sono stati confrontati i gruppi di trattamento con glucocorticoidi per il tempo alla posizione eretta dalla posizione supina di 5 secondi o più e di 10 secondi o più, e la perdita di posizione eretta da supini, salita di quattro gradini, deambulazione, capacità di sollevare gli arti sopra la testa, funzione nel portare la mano alla bocca e funzione della mano.
È stato anche valutato il rischio di morte.

Sono stati arruolati 440 pazienti durante due periodi di reclutamento, 2006-2009 e 2012-2016.

Il tempo a tutti gli eventi progressivi di sviluppo della malattia è risultato significativamente più lungo nei pazienti trattati con glucocorticoidi per 1 anno o più rispetto a quelli trattati per meno di 1 mese o mai trattati ( log-rank P minore di 0.0001 ).

Il trattamento con glucocorticoidi per 1 anno o più è stato associato a un aumento dell'età mediana alla perdita di tappe di sviluppo della mobilità di 2.1-4.4 anni e delle tappe di sviluppo degli arti superiori di 2.8-8.0 anni, rispetto al trattamento per meno di 1 mese.

Deflazacort è risultato associato a un aumento dell'età mediana alla perdita di tre tappe di sviluppo di 2.1-2.7 anni rispetto al Prednisone o al Prednisolone ( log-rank P minore di 0.012 ).

Durante il follow-up di 10 anni sono morti 45 pazienti. 39 di questi decessi ( 87% ) erano attribuibili a cause correlate alla malattia di Duchenne nei pazienti con durata nota di utilizzo dei glucocorticoidi.
28 decessi ( 9% ) si sono verificati in 311 pazienti trattati con glucocorticoidi per 1 anno o più rispetto a 11 decessi ( 19% ) in 58 pazienti senza storia di uso di glucocorticoidi ( odds ratio, OR=0.47; P=0.0501 ).

Nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne, il trattamento con glucocorticoidi è associato a un ridotto rischio di perdere mobilità clinicamente significativa e progresso della malattia degli arti superiori nel corso della vita, nonché a un ridotto rischio di morte. ( Xagena2018 )

McDonald CM et al, Lancet 2018; 391: 451-461

Neuro2018 MalRar2018 Med2018 Farma2018


Indietro