Alliance Cicatrici
Vertigini
Forum Infettivologico
Xagena Newsletter

Eculizumab nei pazienti con miastenia gravis generalizzata, refrattaria e grave


Il trattamento con Eculizumab ( Soliris ) di 14 pazienti, affetti da miastenia gravis generalizzata refrattaria, una forma estremamente rara e debilitante della miastenia grave generalizzata, ha mostrato un forte segnale di miglioramento della malattia.

Lo studio esplorativo aveva come obiettivo quello di identificare un beneficio clinicamente significativo di Eculizumab nel miglioramento del punteggio QMG ( Quantitative Myasthenia Gravis ), rispetto al placebo.
L'endpoint primario ha mostrato un trend clinicamente significativo, e importanti endpoint secondari sono stati raggiunti con una significatività statistica.

Lo studio di fase 2, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, cross-over, ha coinvolto 14 pazienti che presentavano debolezza muscolare da moderata a grave, nonostante il trattamento con immunosoppressori.
Nel primo periodo di trattamento di questo studio cross-over, l’86% ( 6/7 ) dei pazienti trattati con Eculizumab, contro il 57% ( 4/7 ) dei pazienti trattati con placebo, ha raggiunto 3 punti di riduzione del punteggio QMG dopo 16 settimane di trattamento. Questo miglioramento è stato raggiunto più rapidamente nel gruppo Eculizumab rispetto al placebo ( p=0.078 ).
Inoltre lo studio ha raggiunto il suo obiettivo di dimostrare un beneficio clinico significativo di Eculizumab nel migliorare il punteggio QMG rispetto al placebo: la variazione complessiva nel punteggio medio totale QMG dal basale all’ultima visita nel corso dello studio è stata significativamente migliorata di oltre 4 punti con Eculizumab rispetto al placebo ( -7.92 versus -3.67, rispettivamente, p=0.0144 ).
Un'analisi esplorativa del primo periodo di trattamento ha dimostrato che il 57% dei pazienti, trattati con Eculizumab ha ottenuto 8 punti il miglioramento nel punteggio totale QMG contro il 14% dei pazienti trattati con placebo.

Questi dati evidenziano il ruolo centrale dell’attivazione incontrollata del complemento nella miastenia gravis generalizzata, refrattaria e grave.
Bloccando il complemento terminale, Eculizumab rappresenta un potenziale nuovo approccio terapeutico per i pazienti con miastenia gravis generalizzata, refrattaria e grave, che hanno fallito precedenti terapie.

La miastenia gravis generalizzata, refrattaria e grave, è uno rarissimo disordine neurologico, causato da attivazione incontrollata del complemento dovuta alla presenza di autoanticorpi diretti a livello della giunzione neuromuscolare ( NMJ ).
Eculizumab è il capostipite degli inibitori del complemento terminale.
Non esiste una cura nota per la miastenia gravis; gli attuali trattamenti comprendono: farmaci anticolinesterasici, corticosteroidi, farmaci immunosoppressori o terapia citotossica, timectomia e plasmaferesi.

Eculizumab è apparso ben tollerato; gli eventi avversi più comuni sono stati: nausea, mal di schiena e mal di testa.
Un paziente nel gruppo di trattamento da Eculizumab a placebo è andato incontro a 2 gravi eventi avversi in seguito alla cessazione di Eculizumab: una esacerbazione della miastenia gravis durante il periodo di wash-out, e una crisi di miastenia grave durante il periodo successivo mentre stava assumendo il placebo. ( Xagena2011 )

Fonte: Scientific Session of the Myasthenia Gravis Foundation of America ( MGFA ), 2011


Farma2011 MalRar2011 Neuro2011


Indietro